loading...

Visualizzazioni totali

Adnow

loading...

sabato 10 settembre 2016

Ha le zampe paralizzate, ma il micio-infermiere si prende cura degli altri animali ricoverati

Ha perso l’uso delle zampe posteriori, ma aiuta gli altri animali a riprendersi da interventi e malattie. Lucifero - anche se preferisce essere chiamato Luc - era solo un cucciolo quando è stato ricoverato nella clinica veterinaria di Perm, in Russia, per un serio problema alla colonna vertebrale. È caduto da una finestra ed è rimasto con due zampe paralizzate. Grazie all’aiuto dei veterinari ha fatto un incredibile recupero e ora è diventato il primo micio-infermiere della clinica.



Lucifero è stato così grato per l’amore che ha ricevuto da decidere di dedicarsi lui stesso agli altri animali in difficoltà. E’ stato adottato dalla clinica e ogni volta che vede un nuovo paziente gravemente malato, gli sta vicino fornendogli tutto il sostegno morale di cui hanno bisogno per la guarigione. Passa ore sdraiato al capezzale degli altri animali, come se stesse cercando di dirgli «Tranquilli, sta andando tutto bene».




Anche se non è più in grado di camminare come gli altri gatti, niente riesce a fermare Luc: si muove liberamente fra le sale della clinica, trascinandosi avanti con le zampe anteriori. Una «fatica» che non gli impedisce di recarsi in visita agli altri pazienti, così come a chiamare gli infermieri se c’è bisogno di aiuto. Porta un sorriso anche agli operatori sanitari e se c’è bisogno di un «tritacarte» si offre sempre volontario. Insomma, prende il suo lavoro molto seriamente.






Nessun commento:

Posta un commento